Banca Dati

mercoledì 07 luglio 2021

Applicabilità della particolare tenuità del fatto in caso di lesioni stradali

Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Novara, con sentenza n. 354/2021, ha ritenuto di mandare assolta l’imputata dal reato di cui all’art. 590 bis c.p., essendo applicabile al caso di specie la causa di non punibilità di cui all’art. 131 bis c.p. in quanto sussistenti tutti i requisiti indicati dalla norma stessa: pena edittale non superiore nel massimo ai cinque anni, modalità della condotta ed esiguità del danno, comportamento non abituale.
La donna, accostato il mezzo da lei condotto lungo il ciglio della strada, aveva aperto lo sportello senza avvedersi dell’arrivo di un ciclista e cagionandone di conseguenza la caduta.
La prognosi, inizialmente individuata in 75 giorni, è stata infine ridimensionata dal giudicante, attese alcune incongruenze emerse nei certificati medici.
La pronuncia del Gip di Novara si pone in un filone giurisprudenziale di merito che ha esaminato, e continua ad esaminare, molteplici profili e problematicità del reato di lesioni stradali gravi o gravissime, previso dall’art. 590 bis c.p.