Ambiente

giovedì 24 gennaio 2008

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 18 gennaio 2008 Disposizioni urgenti per fronteggiare l’emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti nella regione Campania e per consentire il passaggio alla gestione ordinaria. (Ordinanza n. 364

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL
CONSIGLIO DEI MINISTRI 18 gennaio 2008 Disposizioni urgenti per fronteggiare
l’emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti nella regione Campania e
per consentire il passaggio alla gestione ordinaria. (Ordinanza
n. 3644).

IL PRESIDENTE

DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l’art. 5, comma 1, della
legge 24 febbraio 1992, n. 225;

Visto l’art. 107 del decreto
legislativo 31 marzo 1998, n. 112;

Visto il decreto-legge 7
settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre
2001, n. 401;

Visto il decreto-legge 17
febbraio 2005, n. 14 convertito, con modificazioni, dalla legge 15 aprile 2005,
n. 53;

Visto l’art. 1,
comma 6, del decreto-legge 30 novembre 2005, n. 245, convertito, con
modificazioni, dalla legge 27 gennaio 2006, n. 21;

Visto il decreto-legge 9 ottobre
2006, n. 263, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 dicembre 2006, n.
290;

Visto il decreto del Presidente
del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio2007;

Vista la legge 5 luglio 2007, n.
87, con la quale è stato convertito, con modificazioni, il decreto-legge 11
maggio 2007, n. 61, recante interventi straordinari per superare l’emergenza
nel settore dello smaltimento dei rifiuti nella regione Campania e per
garantire l’esercizio dei propri poteri agli enti ordinariamente competenti;

Vista l’ordinanza del Presidente
del Consiglio dei Ministri del 6 luglio 2007, n. 3601, recante ulteriori
disposizioni urgenti per fronteggiare l’emergenza nel settore dello smaltimento
dei rifiuti nella regione Campania;

Visto il decreto del Presidente
del Consiglio dei Ministri del 28 dicembre 2007, con il quale lo stato di
emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti della regione Campania è
stato prorogato al 30 novembre 2008;

Vista l’ordinanza del Presidente
del Consiglio dei Ministri n. 3637 del 31 dicembre 2007 e quelle ivi
richiamate;

Vista l’ordinanza del Presidente
del Consiglio dei Ministri n. 3639
in data 11 gennaio 2008, con cui il prefetto dott.
Gianni De Gennaro è stato nominato commissario delegato, nonché l’ordinanza di
protezione civile n. 3641 del 16 gennaio 2008;

Considerato che la grave
situazione in atto nel territorio della regione Campania rende necessaria
l’apertura di siti da destinare a discarica anche in deroga alla normativa
vigente;

Ravvisata la necessità di
adottare apposita ordinanza di protezione civile, al fine di favorire il rapido
superamento del contesto di criticità in atto nel territorio della regione
Campania;

Vista la nota del 18 gennaio 2008
commissario delegato per l’emergenza rifiuti nella regione Campania;

Dispone:

Articolo 1.

1. Al fine di fronteggiare il
grave contesto emergenziale in materia di rifiuti in atto nel territorio della
regione Campania, in deroga a quanto stabilito dall’art. 3 del decreto-legge 11
maggio 2007, n. 61 [9], così come convertito nella legge 5 luglio 2007, n. 87,
ed al fine di scongiurare ogni rischio per la salute pubblica e per l’ambiente
derivante dalla paralisi del servizio di raccolta dei rifiuti, è disposta
l’apertura delle discariche ubicate nei comuni di Villaricca (Masseria Riconta)
e Ariano Irpino (Difesa Grande) per consentire l’abbancamento dei rifiuti, con
l’adozione di tutte le misure necessarie volte ad assicurare la tutela della
salute e dell’ambiente nonché la progressiva eliminazione delle situazioni di
pericolo.

2. Per l’attuazione di quanto
disposto dal comma 1, il commissario delegato per l’emergenza rifiuti nella
regione Campania si avvale dei poteri e delle deroghe previste dalle ordinanze
di protezione civile emanate per fronteggiare l’emergenza nella medesima
regione Campania. La presente ordinanza sarà pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 18 gennaio 2008

Il Presidente: Prodi