Civile

mercoledì 13 settembre 2006

MINISTERO DELLA SOLIDARIETA’ SOCIALE – PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE Bando straordinario per la selezione di 972 volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Italia, di cui 454 per l’ accompag

MINISTERO DELLA SOLIDARIETA’
SOCIALE – PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – UFFICIO NAZIONALE PER IL
SERVIZIO CIVILE Bando straordinario per la selezione di 972 volontari da
impiegare in progetti di servizio civile in Italia, di cui 454 per l’accompagnamento
dei grandi invalidi e dei ciechi civili. (Gazzetta
Ufficiale n. 66 del 1° settembre 2006, 4° serie speciale concorsi)

IL DIRETTORE
GENERALE VISTA la legge 6 marzo 2001, n.64, recante: "Istituzione del
servizio civile nazionale" e successive modificazioni e integrazioni;
VISTO il decreto legislativo 5 aprile 2002, n.77, recante: "Disciplina del
Servizio civile nazionale a norma dell’articolo 2 della legge 6 marzo 2001, n.
64" e successive modificazioni e integrazioni; VISTA la legge 27 dicembre
2002, n.288, recante: "Provvidenze in favore dei grandi invalidi";
VISTA la legge 27 dicembre 2002, n. 289, recante: "Disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato"; VISTO il
decreto legge 18 maggio 2006, n. 181, con il quale sono state trasferite al
Ministero della Solidarietà Sociale le funzioni in materia di Servizio civile
nazionale di cui alla legge 8 luglio 1998, n. 230, alla legge 6 marzo 2001, n.
64 ed al decreto legislativo 5 aprile 2002, n. 77, convertito con modificazioni
nella legge n° 233 del 17 luglio 2006; VISTA la circolare dell’Ufficio
nazionale per il servizio civile n. 53529/I.1, del 10 novembre 2003,
concernente: "Norme sull’accreditamento degli enti di servizio civile
nazionale"; VISTA la circolare dell’Ufficio nazionale per il servizio
civile in data 8 aprile 2004, come modificata ed integrata dalla circolare 10
maggio 2005 concernente: "Progetti di servizio civile nazionale 2006.
Aggiornamento delle norme per la presentazione e la valutazione"; VISTA la
circolare dell’Ufficio nazionale per il servizio civile del 29 novembre 2005
concernente:

"Progetti
di servizio civile nazionale per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei
ciechi civili a norma dell’articolo 1, della legge 27 dicembre 2002, n. 288 e
dell’articolo 40, della legge 27 dicembre 2002, n. 289, nonché richiesta di
approvazione delle terze annualità dei progetti pluriennali approvati";
VISTA la circolare del 1° agosto 2006 concernente: "Modifiche alla
Circolare dell’8 aprile 2004:

Progetti di
servizio civile nazionale e procedure di selezione dei volontari concernente
l’innalzamento dell’aliquota dei volontari riservata ai progetti per
l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili"; RILEVATO che
alla data odierna, in relazione ai progetti presentati dagli enti entro il 28
aprile 2006 e alle richieste di attivazione delle terze annualità di progetti
pluriennali approvati, secondo quanto previsto dalla citata circolare
dell’Ufficio nazionale per il servizio civile dell’8 aprile 2004 e successive
modificazioni e integrazioni, sono stati approvati dall’Ufficio n. 88 progetti,
di cui n. 50 per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili, che
consentono di avviare al servizio complessivamente n. 972 volontari, di cui n.
454 per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili; DECRETA

Articolo 1

Generalità

È indetto un bando straordinario
per la selezione di volontari da avviare al servizio nell’anno 2006 nei
progetti di servizio civile in Italia, di cui all’elenco contenuto
nell’Allegato 1, approvati dall’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (di
seguito: "l’Ufficio") ai sensi dell’articolo
6, comma 4, del decreto legislativo 5 aprile 2002, n° 77.

L’impiego dei volontari nei
progetti decorre dalla data che verrà dall’Ufficio comunicata
agli enti e ai volontari – tenendo conto, compatibilmente con la data di arrivo
delle graduatorie e con l’entità delle richieste, delle date proposte dagli
enti – secondo le procedure e le modalità indicate al successivo articolo 6, a seguito dell’esame delle
graduatorie.

La durata del servizio è di
dodici mesi.

Il periodo di servizio civile
prestato è riconosciuto ai fini del diritto e della determinazione dell’assicurazione
generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti.

Ai volontari in servizio civile
spetta un assegno mensile di € 433, 80 euro.

Articolo 2

Progetti e posti disponibili

Le informazioni concernenti i
progetti approvati, le relative sedi di attuazione, i posti disponibili, le
attività nelle quali i volontari saranno impiegati, gli eventuali particolari
requisiti richiesti, i servizi offerti dagli enti, le condizioni di
espletamento del servizio, nonché gli aspetti organizzativi e gestionali,
possono essere richieste presso gli enti titolari dei progetti medesimi, o
consultati sui rispettivi siti internet.

Articolo 3

Requisiti e condizioni di
ammissione

Ad eccezione degli appartenenti
ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i
cittadini italiani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione
della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non
superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

- essere cittadini italiani; -
non essere stati condannati con sentenza di primo grado per delitti non colposi
commessi mediante violenza contro persone o per delitti riguardanti
l’appartenenza a gruppi eversivi o di criminalità organizzata; – essere in
possesso di idoneità fisica, certificata dagli organi del servizio sanitario
nazionale, con riferimento allo specifico settore d’impiego per
cui si intende concorrere.

I requisiti di partecipazione
devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione
delle domande e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del
servizio.

Non possono presentare domanda i
giovani che:

a) già prestano o abbiano
prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della legge n.

64 del 2001, ovvero che abbiano
interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di
collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali
rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Articolo 4

Presentazione delle domande

La domanda di partecipazione
indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto deve
pervenire allo stesso entro le ore 14,00 del 2 ottobre
2006. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in
considerazione. La tempestività delle domande è accertata dall’ente che
realizza il progetto.

La domanda deve essere:

- redatta in carta semplice,
secondo il modello in "Allegato 2" al presente bando, attenendosi
scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso. Copia del modello può essere scaricata dal sito internet
dell’Ufficio www.serviziocivile.it – sezione modulistica; – firmata per esteso
dal richiedente, con firma da apporre necessariamente in forma autografa,
accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale, per la
quale non è richiesta autenticazione; – corredata dalla scheda di cui
all’"Allegato 3", contenente i dati relativi ai titoli.

Il previsto certificato medico di
idoneità fisica, rilasciato dagli organi del servizio sanitario nazionale,
dovrà essere prodotto successivamente dai soli candidati utilmente collocati
nelle graduatorie.

Non è possibile presentare
domanda per più di un progetto, a pena di esclusione dalla partecipazione a
tutti i progetti cui si riferisce il presente bando.

Articolo 5

Procedure selettive

La selezione dei candidati è
effettuata, ai sensi dell’articolo 8 del decreto legislativo n.77 del 2002,
dall’ente che realizza il progetto prescelto.

L’ente cui è
rivolta la domanda verifica in capo a ciascun candidato la sussistenza dei
requisiti previsti dall’articolo 3 del presente bando (limiti di età; possesso
della cittadinanza italiana; assenza di condanne penali) e provvede ad
escludere i richiedenti che non siano in possesso anche di uno solo di tali
requisiti.

L’ente dovrà inoltre verificare
che:

- la domanda di partecipazione
sia necessariamente sottoscritta in forma autografa dall’interessato e sia
presentata entro i termini prescritti dall’articolo 4 del presente bando; -
alla stessa sia allegato fotocopia di un documento di identità in corso di
validità.

La mancata sottoscrizione e/o la
presentazione della domanda fuori termine è causa di esclusione dalla
selezione, analogamente alla mancata allegazione della fotocopia del documento
di identità; è invece sanabile l’allegazione di una fotocopia di un documento
scaduto.

Delle eventuali cause di
esclusione è data comunicazione all’interessato a cura dell’ente.

L’ente dovrà attenersi nella
procedura selettiva ai criteri verificati e approvati in sede di accreditamento
o di valutazione del progetto, ovvero ai criteri contenuti nella determinazione
del Direttore dell’Ufficio del 30 maggio 2002.

Nel caso in cui siano utilizzati i criteri dettati dall’Ufficio, l’ente
valuta i titoli presentati e compila per ogni candidato, a seguito del
colloquio, la scheda di valutazione, secondo il modello in "Allegato
4", attribuendo il relativo punteggio e dichiarando non idonei a svolgere
il servizio civile nel progetto prescelto i candidati che abbiano ottenuto
nella scheda di valutazione un punteggio inferiore a 36/60.

I candidati si attengono alle
indicazioni fornite dall’ente medesimo in ordine ai tempi, ai luoghi e alle modalità
delle procedure selettive.

L’ente, terminate le procedure
selettive, compila le graduatorie relative ai singoli progetti, ovvero alle
singole sedi di progetto in ordine di punteggio decrescente attribuito ai
candidati, evidenziando quelli utilmente selezionati nell’ambito dei posti
disponibili, per i quali acquisisce il certificato di idoneità fisica al
servizio civile con specifico riferimento al settore di impiego richiesto.

Nella graduatoria sono inseriti
anche i candidati risultati idonei e non selezionati per mancanza di posti.
L’ente redige, inoltre, un elenco con i nominativi di tutti i candidati non
inseriti nelle graduatorie perché risultati non idonei, ovvero esclusi dalla
selezione con l’indicazione della motivazione. Il mancato inserimento nelle
graduatorie è tempestivamente portato a conoscenza degli interessati da parte
dell’ente, che ne dà contestuale comunicazione all’Ufficio.

Alla graduatoria è assicurata da
parte dell’ente adeguata pubblicità.

Articolo 6

Avvio al servizio

L’ente deve trasmettere le
graduatorie via internet compilando un apposito format di presentazione
disponibile sul sistema Helios, avendo cura di evidenziare nelle apposite
colonne la sede dove il volontario dovrà presentarsi il primo giorno di
servizio e quella nella quale avrà attuazione il progetto, provvedendo alla
compilazione di entrambe anche nel caso che le due sedi coincidano.

La graduatoria in formato
cartaceo, unitamente alla documentazione attestante la sussistenza in capo ai
singoli candidati dei requisiti previsti dall’articolo 3 del presente bando
deve pervenire all’Ufficio, sottoscritta dal responsabile del servizio civile
nazionale o dal responsabile legale dell’ente.

Gli enti con sede legale nelle
regioni Piemonte, Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Veneto, Campania, Marche,
Abruzzo e nella province autonome di Trento e Bolzano,
che non siano associati, federati, consorziati o altrimenti collegati ad enti a
carattere sovraregionale, devono trasmettere le graduatorie, relative ai
progetti che si realizzano nel territorio regionale, alle sedi regionali
dell’Ufficio.

Unitamente alla graduatoria deve
essere inviata all’Ufficio Nazionale o alle competenti sedi regionali di cui al
precedente capoverso la seguente documentazione in copia fotostatica, relativa
ai soli candidati risultati idonei selezionati:

a) domanda di
partecipazione (Allegato 2); b) documento di identità dell’interessato; c)
certificato medico rilasciato dagli organi del servizio sanitario nazionale
relativo al possesso dell’idoneità fisica allo svolgimento del servizio civile
nazionale.

Gli originali della predetta
documentazione sono conservati presso l’ente per ogni necessità dell’Ufficio.

Le graduatorie devono pervenire,
sia via internet che su supporto cartaceo, non oltre il 30 novembre 2006, a pena di non
attivazione del progetto, e devono contenere i dati relativi a tutti i
candidati che hanno partecipato alla selezione, compresi quindi gli idonei non
selezionati e gli esclusi; la documentazione da inviare all’Ufficio di cui ai
precedenti punti a), b) e c) riguarda invece i soli candidati che risultano
idonei selezionati. Per i candidati idonei non selezionati per mancanza di
posti, tale documentazione dovrà essere trasmessa esclusivamente in caso di
subentro.

L’avvio al servizio dei volontari
è subordinato all’invio delle graduatorie in entrambi i formati richiesti. Il
mancato invio via internet del format di presentazione delle stesse comporta
l’impossibilità di avviare il progetto entro la data richiesta dall’ente, anche
se la documentazione su supporto cartaceo risulti inviata entro il termine
innanzi indicato.

L’Ufficio, sulla base delle
graduatorie formulate dagli enti, provvede ad inviare ai candidati idonei
selezionati, per la sottoscrizione, il contratto di servizio civile firmato dal
Direttore generale, nel quale sono indicati la sede di assegnazione, la data di
inizio e fine servizio, le condizioni economiche previdenziali ed assicurative
e gli obblighi di servizio di cui al successivo articolo 8.

L’ente trasmette all’ufficio
copia del contratto sottoscritto dal volontario ai fini della conservazione
presso l’Ufficio stesso e della erogazione dei pagamenti ai volontari.

Articolo 7

Obblighi di servizio

I volontari si impegnano ad
espletare il servizio per tutta la sua durata e ad
adeguarsi alle disposizioni in materia di servizio civile dettate dalla
normativa primaria e secondaria, a quanto indicato nel contratto di servizio
civile e alle prescrizioni impartite dall’ente d’impiego in ordine
all’organizzazione del servizio e alle particolari condizioni di espletamento.

Il volontario è in particolare
tenuto al rispetto dell’orario di servizio nonché al rispetto delle condizioni
riguardanti gli eventuali obblighi di pernottamento, o di altra natura,
connessi al progetto medesimo.

L’interruzione del servizio senza
giustificato motivo, prima della scadenza prevista, comporta l’impossibilità di
partecipare per il futuro alla realizzazione di nuovi progetti di servizio
civile volontario, nonché la decadenza dai benefici eventualmente previsti
dallo specifico progetto e il mancato rilascio dell’attestato di svolgimento
del servizio.

Articolo 8

Trattamento dei dati personali

Ai sensi dell’articolo 13, comma
1, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 i dati forniti dai
partecipanti sono acquisiti dall’ente che cura la procedura selettiva per le
finalità di espletamento delle attività concorsuali e, successivamente all’eventuale
instaurazione del rapporto di servizio civile, saranno trattati per le finalità
connesse alla gestione del rapporto stesso ed alla realizzazione del progetto.

I dati medesimi saranno trattati
dall’Ufficio ai fini dell’approvazione delle graduatorie definitive e per le
finalità connesse e/o strumentali alla gestione del servizio civile.

Il trattamento dei dati avverrà
con l’utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti
necessari per perseguire le predette finalità.

Il conferimento di tali dati è
obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena
l’esclusione dal concorso.

I dati raccolti dall’Ufficio
potranno essere comunicati a soggetti terzi che forniranno specifici servizi
strumentali alle finalità istituzionali dell’Ufficio stesso.

Gli interessati godono dei
diritti di cui all’articolo7 del citato decreto legislativo n. 196 del 2003,
tra i quali il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la
rettifica, l’aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o
raccolti in violazione della legge, nonché il diritto di opporsi al loro
trattamento per motivi legittimi.

Tali diritti potranno essere
fatti valere nei confronti del Direttore generale dell’Ufficio nazionale per il
servizio civile, titolare del trattamento dei dati personali.

Articolo 9

Disposizioni finali

Al termine del servizio verrà rilasciato dall’Ufficio un attestato di espletamento
del servizio civile volontario redatto sulla base dei dati forniti dall’ente.

Per informazioni relative al
presente bando è possibile contattare l’Ufficio nazionale per il servizio
civile (Via San Martino della Battaglia, 6 – 00185
Roma) attraverso il:

− Servizio
call-center, al numero 848.800715 (attivo dal lunedì al venerdì dalle
ore 8.30 alle 19.30, al costo di una telefonata urbana); − Ufficio
relazioni con il pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30
e dalle ore 14.30 alle ore 16.30 ad esclusione del martedì e venerdì pomeriggio
ai seguenti numeri 06/49224470 – 06/49224202.

Roma, 29 agosto 2006 IL DIRETTORE
GENERALE VICARIO Cons. Sergio Masini

NOTE ESPLICATIVE AL BANDO

Note all’articolo 1

Il numero dei posti per i quali è
indetta la selezione rappresenta il totale dei volontari richiesti dai progetti
approvati.

La durata del servizio è di
dodici mesi. Per i volontari subentranti la predetta durata è ridotta al
periodo che intercorre dalla data di inizio del servizio presso l’ente fino al
termine del progetto.

Le somme spettanti ai volontari
sono corrisposte dall’Ufficio mediante accreditamento diretto sul libretto
postale nominativo.

Per i volontari è prevista una assicurazione stipulata dall’Ufficio a favore degli
stessi.

Note all’articolo 2.

Dalla data di pubblicazione del
presente bando sulla Gazzetta Ufficiale, l’ente pubblica sul proprio sito
internet gli elementi essenziali del progetto approvato .
L’accesso al sito è gratuito. L’ente può inoltre adottare altre forme di
pubblicità al fine di far conoscere al maggior numero di potenziali candidati
il proprio progetto.

Dal sito dell’Ufficio sarà
possibile linkare direttamente i siti di tutti gli enti che hanno avuto i
progetti approvati ai quali si riferisce il presente bando.

Note all’articolo3.

Per partecipare alla
realizzazione dei progetti i candidati devono aver compiuto il diciottesimo e
non superato il ventottesimo (27 anni e 364 giorni) anno di età alla data di
presentazione della domanda.

Tutti gli altri requisiti
previsti dal bando devono essere posseduti alla scadenza dello stesso e, ad
eccezione dell’età, mantenuti durante tutto il periodo del servizio, a pena di
decadenza.

Sono ammessi alla realizzazione
dei progetti tutti i cittadini italiani, senza distinzione di sesso. Non
possono presentare domanda: gli appartenenti ai corpi militari o alle forze di
polizia; i volontari già impegnati nella realizzazione di progetti di servizio
civile (non è possibile cioè interrompere il servizio per partecipare alle
selezioni per un nuovo progetto), o che abbiano già svolto il predetto
servizio, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima
della scadenza prevista; i giovani che abbiano in corso con l’ente che realizza
il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione a qualunque titolo, ovvero
che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre
mesi.

Unitamente alla documentazione da
inviare all’Ufficio ai sensi dell’articolo 6 del bando, occorre trasmettere,
per i volontari utilmente collocati nella graduatoria, un certificato medico
rilasciato dalla Asl competente o dal medico di famiglia su apposito modulario
dal quale risulti l’idoneità fisica dei singoli volontari all’espletamento
delle attività previste dallo specifico progetto per il quale sono stati
selezionati.

Note all’articolo4.

Le domande, redatte secondo il
modello di cui all’allegato 2 e corredate dalla
dichiarazione di cui all’allegato 3 del presente bando, debbono pervenire
esclusivamente all’ente che realizza il progetto, entro il termine perentorio
delle ore 14.00 del 2 ottobre 2006. Alla domanda vanno allegati tutti i titoli
che si ritengono utili ai fini della selezione. In questa fase del procedimento
non deve essere presentato il certificato medico.

E’ possibile presentare domanda
di servizio civile per un solo progetto, a pena di esclusione dalla
partecipazione a tutti i progetti cui si riferisce il presente bando.

Note all’articolo5

La selezione è effettuata
dall’ente che realizza il progetto ed al quale sono state inviate le domande.

L’ente dovrà stabilire e rendere
noti ai candidati i giorni e la sede di svolgimento della selezione ; il candidato che pur avendo presentato la domanda non si
presenta nei giorni stabiliti è escluso dalla selezione per non aver completato
la relativa procedura. La selezione può essere effettuata secondo i criteri
verificati ed approvati dall’Ufficio in sede di accreditamento o nel progetto o
secondo quelli individuati dalla determinazione del Direttore dell’Ufficio in
data 30 maggio 2002, cui si riferisce l’allegato 4. Nel caso in cui siano utilizzati questi ultimi criteri, il candidato che al
colloquio ottiene un punteggio finale inferiore a 36/60 è dichiarato non idoneo
a prestare servizio civile nel progetto per il quale ha sostenuto le selezioni.
Nella graduatoria finale sono inseriti tutti i volontari risultati idonei
selezionati e idonei non selezionati per mancanza di posti. Quanti non hanno
sostenuto il colloquio o sono stati esclusi per altri motivi vanno inseriti in
un elenco a parte con la specifica del motivo dell’esclusione. L’ente deve
comunicare tempestivamente agli interessati il mancato inserimento nelle
graduatorie. La graduatoria è compilata per ogni progetto o sede in cui si
articola il progetto, in ordine decrescente rispetto ai punteggi attribuiti.
L’ente deve pubblicare sul proprio sito internet e presso le sedi dove sono
state effettuate le selezioni o comunque con altre idonee modalità le
graduatorie.

Note all’articolo6

Unitamente alla graduatoria
l’ente invia in fotocopia, con riferimento ai soli candidati risultati idonei e
selezionati, i documenti elencati all’articolo 6 del bando e conserva gli
originali da esibire a richiesta dell’Ufficio.

L’ente deve inviare via Internet le graduatorie complete dei dati relativi a
tutti i candidati che hanno partecipato alla selezione, compresi quindi gli
idonei non selezionati. I progetti pluriennali saranno caricati sul sistema
Helios dall’Ufficio. Gli enti titolari dei predetti progetti dovranno caricare
le graduatorie esportando l’elenco dei progetti, i rispettivi codici e le sedi
di attuazione come previsto dal sistema, seguendo le indicazioni contenute nel
manuale di Helios relativo alle graduatorie. Il predetto manuale è reperibile
sul sito dell’Ufficio www.serviziocivile.it area Banca dati Helios – manuali
tecnici Helios. Nell’inviare i dati gli enti avranno cura di prestare
attenzione alla correttezza e alla completezza degli stessi, in quanto le
informazioni implementeranno direttamente gli archivi del sistema. L’Ufficio
non risponde di eventuali errori commessi nella compilazione del format di
invio.

Le eventuali esclusioni dalle
graduatorie per l’assenza dei requisiti richiesti sono comunicate dall’Ufficio
agli enti, i quali informano tempestivamente gli interessati.

Note all’articolo 9

L’attestato di espletamento del
servizio non verrà rilasciato ai volontari che hanno
interrotto il servizio.