Speciali

mercoledì 27 febbraio 2008

Le Mafie: analisi criminologica

CRIMINALITA ORGANIZZATA E CRIMINALITA ECONOMICA La forte connotazione economico finanziaria, opera nei mercati internazionali, non cè definizione giuridica della criminalità organizzata. La definizione si costruisce dal complesso delle norme 51 bis c. II c.p.p., 270 bis c.p., 416 bis c.p., 416 c.p. Si utilizza a far tempo dal 1970 > fenomeno dei sequestri di persona e del terrorismo. La distinzione si fondeva sul numero e sul carattere permanente e professionale della criminalità organizzata. Dal 70 in avanti lorganizzazione è entrata nel mondo criminale, in modo massiccio. Negli USA la criminalità organizzata è riferita a fenomeno che implicano relazione e vantaggi stabili, in altri luoghi si fa riferimento alla entità del fenomeno. La criminalità organizzata è stata studiata per prima dai sociologi primo fra tutti Peter Hill che ha studiato la jakuza la definizione come insieme di strutture in grado di produrre rules making ed imposizione fiscale. Le caratteristiche: ricorso sistematico a corruzione e violenza (sotto forma di credibile minaccia) presenza di gerarchia simile alle strutture feudali esistenza di codici di condotta > fedeltà, segretezza, obbedienza esistenza di vincoli di esclusività > si entra solo se si hanno quelle caratteristiche effettiva divisione del lavoro tra gli aderenti controllo esclusivo del territorio carattere prevalentemente non ideologico Mafia si distingue dallassociazione eversiva e da quella comune per luso della violenza, i rapporti con il mondo circostante, il controllo del territorio. La criminologia organizzata è ormai internazionale ciò a causa dei beni trattati > stupefacenti, tce, etc. Dunque è sempre più collegata lattività tra le diverse organizzazioni. Evoluzioni scenari criminali Sul finire dell800 si manifestano i primi fenomeni e flussi migratori: in allora dallEuropa verso lAmerica, nellambito di questo flusso si esportavano anche elementi criminogeni che sfruttando la tendenza degli immigrati a ritrovarsi in base alletnia riproponevano allinterno del gruppo le stesse regole criminali del paese di provenienza. E fatto storico che ovunque ci siano stati flussi criminali si siano verificati fatti di criminologia organizzata di impostazione. I gruppi delinquenziali si formano sempre in base etnica. Le organizzazioni criminali si sono evolute anche con riferimento allo scopo > dal latifondo allindustria> maggiori capitali a disposizione. Le mafie si evolvettero definitivamente verso gli anni 80 con la globalizzazione dei mercati, abbattimento delle barriere doganali, la tecnologia telematica. Accanto ai reati tradizionali (estorsione,usura,rapine, appalti) sono aumentati i reati transnazionali criminalità organizzata è diventata flessibile ed efficiente ad agire come una multinazionale di cui ha assunto la visione globale del problema. Il gruppo è internazionale se opera e nel territorio dorigine e, autonomamente, in un territorio diverso e di altro stato. Il gruppo è transnazionale se coopera con altre strutture criminali in altri stati per migliorare lefficienza o raggiungere il proprio scopo criminale > sinergie. Il primo fenomeno di transnazionalità si è avuto nel 75, i Turchi fornivano morfina base, i siciliani la raffinavano, le organizzazioni si suddivisero anche i mercati. Nel 1987 ad Aruba i Caruana e i Cultrera si allearono con il cartello di Medellin per scambiare eroina europea con coca colombiana. La cooperazione tra i gruppi è stata influenzata dalla situazione geopolitica. Nel 1989, mentre cadeva il muro, la mafia ordinava di acquistare immediatamente tutto quanto disponibile ad est del muro. Nel 90 incomincia ad arrivare la mafia russa in contemporanea dissoluzione dellURSS. Oggi si parla di Organizzazioni Criminali organizzate OCI, gli esperti ritengono che ci siano circa 18 strutture attive di questo tipo, tutte queste strutture si richiamano ad un elemento storico primordiale da cui sarebbero nate (beati paoli, monaci ribelli (triade), ladri della legge,( mafia russa) Area Europa Statunitense Cosa Nostra Sud America Cartelli droga Area Russa e Asia Centrale- mafie locali strutturate su base familiare ed etnica molto influente Est Asia e Giappone Triadi Cinesi Jakuzz E come alle organizzazioni criminali: la strutturazione per famiglie la similarità dei rituali di affiliazione MAFIA RUSSA: composta da diverse mafie (Kazaka, Vebeka, Cecena), radicate in territori economicamente arretrati ma ricchi, appartenenza etnica, progressiva infiltrazione nella burocrazia dei paesi dorigine. Uno dei fenomeni più significativi è quello dei ladri della legge risalente al XVIII secolo. Si era organizzata con uno statuto e regole stringenti, niente lavoro, niente matrimonio, ma cassa comune. Si accedeva dopo un lungo periodo di detenzione in carcere, si diventava parte dellassociazione con il riconoscimento di tutti gli affiliati. 15.05.2007 Il gruppo si è sviluppato in tutta la ex URSS, in concomitanza con la sua disgregazione > addirittura si rapportavano allex KGB con il quale collaboravano. Nel 1991 Baxter ha pubblicato un testo sullevoluzione di criminali russi. MAFIA CINESE: principalmente le triadi attive nel riciclaggio di danaro,droga, manodopera clandestina, frodi telematiche. In collaborazione con la camorra operano nel settore dellimportazione di materiali di prodotti allestero e contraffatti. Triade fa riferimento a 3 elementi del cosmo: cielo, terra e uomo. Trae origine a Hong Kong e Taiwan: Oggi è la più potente. Nasce nel secolo XVII con le divisioni Thai, Ming e Mancha. I Ming persero e i monaci guerrieri fondarono Hong Mong. Si riunivano a Shaolin. Distrutta Shaolin i superstiti (le tigri di shaolin) si dispersero e ciascuno di loro fondò una nuova società segreta > da qui il nome TRIADI. Le Triadi si sono rapportate con il PCC > esse erano utilizzate per lesportazione clandestina di armi, ex un effettivo controllo del territorio. Le attività illecite si svilupparono a filiera, ovvero da unattività dorigine se ne svilupparono altre mantenendole tutte in essere, come strumenti di finanziamento delle ulteriori attività. La cooperazione tra famiglie si è sviluppata in Sicilia fino a giungere alla possibilità di ottenere e la possibilità di estorcere nel territorio di altri previa permesso del titolare del diritto di controllo del territorio > soluzionw carina per confondere anche linvestigatore. Criminalità organizzata e finanza Le risorse recuperate dovevano e devono essere allocate Con i ricavi ottenuti si deve: 1) Finanziarsi 2) Sostenere gli aderenti > spese legali, sostenere carcerati, aiutare i familiari 3) Migliorare il ritorno dei proventi illeciti Il reimpiego nel mercato lecito è il riciclaggio: le forme più primordiali sono il trasferimento di danaro in forma fisica allestero (spalloni e corrieri) Si parla di impresa illecita in senso economico quando vè una serie di attività illecite finalizzate ad avere un prodotto illecito, il fine è il lucro (si tassa lo stesso). Le organizzazioni criminali si strutturano con modelli snelli e flessibili sia nelle modalità operative e produttive che nella capacità di modificare gli obiettivi. Chi gestisce limpresa criminale è normalmente coincidente con chi ne ha il controllo. Le imprese illecite rovinano la concorrenza, inquinano il mercato finanziario e del credito, diminuiscono il lavoro regolare, sottraggono tassazione. Attraverso i capitali si acquisiscono società regolari che ne diventano successivamente strumenti. La criminalità organizzata a volte partecipa al capitale di un impresa senza voler ottenere titolarità ma effettuandone il controllo. Tipico esempio è dato dalla partecipazione alle società che lavorano con gli appalti pubblici, si partecipa con la vincitrice e poi si subappalta ad imprese legate alla criminalità organizzata. cb