Tributario e Fiscale

mercoledì 15 dicembre 2004

L’ Agenzia delle Entrate comunica i codici identificativi per le attività di ambulanti ed enoteche

LAgenzia delle Entrate comunica i codici identificativi per le attività di ambulanti ed enoteche

Agenzia delle entrate. CIRCOLARE N. 50/E del 7/12/2004. OGGETTO: Metodologie di controllo differenziate per attività economiche dirette al consumatore finale.

Con la presente circolare si diramano sette nuove guide metodologiche relative alle seguenti attività, indicate con i codici ATECOFIN 2004  :

ATTIVITA’ COMMERCIALI

Commercio ambulante a posteggio fisso di arredamenti per 52.62.4 giardino, mobili, articoli diversi per uso domestico

Commercio ambulante a posteggio fisso di articoli di occasione 52.62.5 nuovi ed usati, di altri articoli n.c.a. ed itinerante di prodotti non 52.62.B alimentari 52.63.B

Commercio ambulante a posteggio fisso di calzature e pelletterie 52.62.3

Commercio ambulante di fiori, piante e sementi 52.62.A

52.63.A

Commercio ambulante di prodotti alimentari e bevande 52.62.1

52.63.3

Commercio ambulante di tessuti, articoli di abbigliamento 52.62.2 ed articoli tessili per la casa 52.63.4

ATTIVITA’ DI SERVIZI

Bottiglierie ed enoteche con somministrazione 55.40.B

Ad ogni guida metodologica diramata è allegata la relativa “check list” che riepiloga i controlli obbligatori e facoltativi previsti per lesecuzione delle verifiche.

Si ribadiscono le istruzioni più volte fornite (cfr. circolare n. 80/E del 18.10.2002  e circolare n. 46/E del 1° agosto 2003) circa la necessità che le “check list” siano correttamente compilate, coerentemente con i controlli effettivamente svolti nel corso dellattività di verifica.

Leventuale mancata effettuazione di controlli obbligatori dovrà essere motivata mediante la compilazione dei relativi campi “nota”.

Si raccomanda di conservare una copia della check list compilata tra gli atti dufficio, unitamente al processo verbale di verifica.

Come espressamente previsto dalle singole metodologie dovrà essere rilevato il personale presente al momento dellaccesso, individuando le mansioni svolte, la data di inizio e la natura del rapporto contrattuale (dipendente, collaboratore, associato, ecc.) al fine di raffrontare i dati acquisiti con quelli risultanti dai libri obbligatori in materia previdenziale e del lavoro.

I controlli previsti, relativi alla veridicità dei dati comunicati dal contribuente ai fini dellapplicazione degli Studi di Settore, andranno comunque svolti con riferimento al periodo dimposta oggetto della verifica.

Il testo delle nuove guide metodologiche, che si vanno ad aggiungere alle ottantanove già esistenti, può essere consultato accedendo al sito intranet dellAgenzia e selezionando: Accertamento > Guide e manuali > Attività di verifica > Metodologie di controllo.

Le check list sono, invece, consultabili selezionando: Accertamento > Modulistica > Check list metodologie di controllo.