Ambiente

lunedì 13 novembre 2006

Delibera n. 238/06 Avvio di istruttoria conoscitiva sulle cause e sulla dinamica delle interruzioni del servizio elettrico verificatasi sul territorio nazionale il giorno 4 novembre 2006

Delibera n. 238/06
Avvio di istruttoria conoscitiva sulle cause e sulla dinamica delle
interruzioni del servizio elettrico verificatasi sul territorio nazionale il
giorno 4 novembre 2006

L’AUTORITÀ PER L’ENERGIA
ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 6 novembre
2006

Visti:

la
direttiva 2003/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2003,
relativa a norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica e che
abroga la direttiva n. 96/92/CE;

il
regolamento (CE) n. 1228/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio del 26
giugno 2003, relativo alle condizioni di accesso alle rete per gli scambi
transfrontalieri di energia elettrica;

la legge
14 novembre 1995, n. 481/95 (di seguito: legge n. 481/95);

il decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79 di attuazione della direttiva 96/92/CE recante
norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica (di seguito: decreto
legislativo n. 79/99);

la
delibera dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas (diseguito: l’Autorità)
29 settembre 2003, n. 112/03;

la
delibera dell’Autorità 9 settembre 2004, n. 152/04.

la
delibera dell’Autorità 30 dicembre 2004, n. 250/04.

Considerato che:

l’articolo
1, comma 1, della legge n. 481/95, affida all’Autorità per l’energia elettrica
e il gas (di seguito: l’Autorità), la finalità di assicurare la fruibilità e la
diffusione in modo omogeneo sull’intero territorio nazionale dei servizi di
pubblica utilità nel settore dell’energia elettrica e di promuovere la tutela
degli interessi di utenti e consumatori;

l’articolo
5, comma 3, del decreto legislativo n. 79/99 attribuisce all’Autorità
competenze in materia di controversie in materia di accesso alle reti di
interconnessione e di contratti di importazione e di esportazione;

un
evento, verificatosi il giorno 4 novembre 2006 ed originatosi al di fuori del
territorio nazionale ha indotto una perturbazione sulla rete di
interconnessione con l’estero e sulla rete di trasmissione nazionale, causando
la disconnessione di clienti finali in diverse regioni del territorio
nazionale;

dalle
prima analisi il disservizio, come risulta da una nota pubblicata dalla società
Terna SpA (di seguito: Terna) in data 5 novembre 2006, sembra aver avuto
origine sulla rete di trasmissione in Germania ed aver interessato la rete
nazionale per il periodo compreso tra le ore 22:10 e le ore 22:35 del 4
novembre 2006;

tali
elementi sono supportati anche da un nota pubblicata sul sito internet
dell’Union for the Coordination of Transmission of Electricity (UCTE);

vi è
l’esigenza di ricercare e valutare le cause delle interruzioni, la loro
dinamica, gli interventi manuali ed automatici posti a difesa contro l’evento,
e di contribuire all’individuazione di eventuali misure, anche urgenti, che
l’Autorità o altre amministrazioni e soggetti – anche in collaborazione con
organismi esteri – potrebbero, nei rispettivi ambiti di responsabilità,
adottare allo scopo di aumentare la sicurezza di funzionamento del sistema
elettrico nazionale, e garantire la tutela degli interessi di utenti e
consumatori.

Ritenuto che sia opportuno:

avviare
un’istruttoria conoscitiva sulle cause e sulla dinamica delle interruzioni del
servizio elettrico verificatasi sul territorio nazionale il giorno 4 novembre
2006, finalizzata all’acquisizione di informazioni e dati utili alla completa
ricostruzione dei fatti;

promuovere
la collaborazione delle autorità preposte alla regolazione dei sistemi
elettrici interessati dall’evento citato, anche al fine di condurre
congiuntamente approfondimenti sugli aspetti tecnici dell’accaduto e sui modi
per migliorare il coordinamento tra i gestori di rete dei sistemi elettrici
interconnessi;

coinvolgere,
nelle forme appropriate, il Council of European Energy Regulators (CEER) al
fine di garantire il necessario coordinamento del processo istruttorio

DELIBERA

di
avviare un’istruttoria conoscitiva sulle cause e sulla dinamica delle
interruzioni del servizio elettrico verificatasi sul territorio nazionale il
giorno 4 novembre 2006 finalizzata all’acquisizione di informazioni e dati
utili alla completa ricostruzione dei fatti;

di
promuovere, anche mediante il coinvolgimento del CEER, la collaborazione delle
autorità preposte alla regolazione dei sistemi elettrici dei paesi interessati
dall’evento citato, anche al fine di condurre congiuntamente approfondimenti in
comune sugli aspetti tecnici dell’accaduto e sui modi per migliorare il
coordinamento tra i gestori di rete dei sistemi elettrici interconnessi;

di
acquisire nell’ambito dell’istruttoria conoscitiva di cui sopra informazioni e
dati segnatamente con riferimento a:

lo stato
di funzionamento del sistema elettrico nazionale nelle ore antecedenti il
verificarsi dell’evento perturbante; in particolare:

la
situazione di funzionamento degli impianti di produzione e la disponibilità di
riserva operativa;

lo stato
della rete di trasmissione nazionale;

il
fabbisogno di energia elettrica differenziato per zone del territorio
nazionale, lo stato degli impianti idroelettrici di pompaggio, lo stato delle
utenze dei clienti disponibili a distacco istantaneo di carico e la loro
potenza effettivamente prelevata;

i
programmi di importazione alle frontiere elettriche ed i flussi fisici sulla
rete di interconnessione tra la rete di trasmissione nazionale e le reti dei
trasmissione confinanti;

l’individuazione
dei soggetti coinvolti dai medesimi eventi in quanto responsabili della
gestione di reti di trasmissione europee;

la
ricostruzione degli eventi verificatasi il giorno 4 novembre 2006 effettuata da
Terna, unitamente ad ogni altra informazione reperibile anche da soggetti
esteri utile per l’accertamento delle cause e delle dinamiche dell’evento
perturbante;

le
procedure che Terna e gli altri soggetti coinvolti hanno adottato al fine di
garantire la sicurezza del sistema elettrico europeo e le procedure adottate
per il ripristino del servizio elettrico;

le
proposte per i possibili miglioramenti delle procedure e dei conseguenti
comportamenti dei diversi soggetti coinvolti, al fine di aumentare la sicurezza
delle reti interconnesse in un contesto europeo di un mercato interno
dell’energia elettrica;

di
conferire mandato al Direttore della Direzione Energia Elettrica dell’Autorità,
d’intesa con la
Direzione Consumatori e Qualità del Servizio, di procedere
alle richieste di informazioni e all’organizzazione degli incontri ritenuti
necessari, fissandone le modalità in relazione alle esigenze di conduzione e
sviluppo dell’istruttoria conoscitiva di cui al punto 1;

di
prevedere, qualora ciò sia opportuno, per alcuni aspetti della presente
istruttoria conoscitiva, analisi e valutazioni da effettuare con il supporto di
servizi di consulenza esterni;

di
prevedere che la presente istruttoria conoscitiva venga conclusa entro 6 (sei)
mesi dal suo avvio;

di
prevedere che i risultati vengano diffusi anche allo scopo di contribuire ad
una migliore collaborazione tra organismi di regolazione dell’energia e tra
gestori delle reti di trasmissione dell’energia elettrica atta ad incrementare
la sicurezza di gestione, anche in situazioni di emergenza, dei sistemi
elettrici interconnessi europei;

di
trasmettere copia del presente provvedimento al Ministero dello Sviluppo
Economico e alla società Terna SpA.

di
pubblicare il presente provvedimento sul sito internet dell’Autorità
(www.autorita.energia.it).