Tributario e Fiscale

mercoledì 18 aprile 2007

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 5 aprile 2007 Differimento al 20 settembre 2007 del termine per la presentazione dell’istanza del rimborso forfetario dell’IVA detraibile, relativa agli acquisti di autovetture e motoveicoli, nonchè di spe

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL
CONSIGLIO DEI MINISTRI 5 aprile 2007 Differimento al 20 settembre 2007 del
termine per la presentazione dell’istanza del rimborso forfetario dell’IVA
detraibile, relativa agli acquisti di autovetture e motoveicoli, nonché di spese
accessorie. GU n. 85 del 12-4-2007

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI
MINISTRI

Visto l’art.
12, comma 5, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, il quale
prevede che con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri possono
essere modificati, al fine di tener conto delle esigenze dei contribuenti, i
termini riguardanti gli adempimenti dei contribuenti relativi a imposte e
contributi dovuti in base allo stesso decreto;

Visto l’art.
19-bis1, comma 1, lettere c) e d), del decreto del Presidente della
Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633,
in materia di detraibilità dell’IVA relativa agli
acquisti di autovetture e motoveicoli, nonché delle spese accessorie indicate,
effettuati nell’esercizio dell’impresa, arte o professione;

Visto il decreto-legge 15
settembre 2006, n. 258, recante disposizioni urgenti di adeguamento alla
sentenza della Corte di giustizia delle Comunità europee del 14 settembre 2006,
nella causa C-228/05, in materia di detraibilità dell’IVA, convertito, con
modificazioni, dall’art. 1 della legge 10 novembre 2006, n. 278;

Visto, in particolare, l’art.1,
del citato decreto-legge 15 settembre 2006, n. 258, il quale prevede che, ai
fini dell’attuazione della citata sentenza della Corte di giustizia, i soggetti
interessati possono presentare istanza di rimborso, in via telematica, dell’IVA
non detratta ai sensi del citato art. 19-bis1, comma 1,
lettere c) e d), del decreto del Presidente della Repubblica n 633 del 1972,
entro il 15 aprile 2007;

Visto il provvedimento del
direttore dell’Agenzia delle entrate del 22 febbraio 2007, con il quale e’
stato approvato il modello da utilizzare per l’istanza di rimborso forfetario,
contenente l’indicazione dei dati e dei documenti da produrre a fondamento
dell’istanza medesima, nonché le differenti percentuali di

detrazione
dell’imposta per distinti settori di attività;

Considerate le difficoltà,
rappresentate dai soggetti interessati alla presentazione dell’istanza, di
analisi e di calcolo dei dati necessari per la determinazione dell’ammontare
dell’imposta da chiedere in rimborso e da indicare a fondamento dell’istanza
stessa;

Ritenuto, pertanto, opportuno
disporre un differimento del predetto termine per consentire ai soggetti
interessati di superare le rappresentate difficoltà al fine di una corretta
presentazione dell’istanza di rimborso;

Visto il decreto del Presidente
della Repubblica 7 giugno 2006, con l’unita delega di funzioni, registrato alla
Corte dei conti il 13 giugno 2006, concernente l’attribuzione all’on. prof.
Vincenzo Visco del titolo di Vice Ministro presso il Ministero dell’economia e
delle finanze;

Su proposta
del Vice Ministro dell’economia e delle finanze;

Decreta:

Art. 1

Proroga del termine

1. Il termine del 15 aprile 2007
indicato dall’art. 1 del decreto-legge 15 settembre 2006, n. 258, convertito,
con modificazioni, dalla legge 10 novembre 2006, n. 278 [1], per la
presentazione dell’istanza del rimborso forfetario dell’IVA detraibile relativa
agli acquisti di autovetture e motoveicoli, nonché delle spese accessorie
indicate nell’art. 19-bis1, comma 1, lettere c) e d),
del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, effettuati
nell’esercizio dell’impresa, arte o professione, e’ prorogato al 20 settembre
2007.