Famiglia

giovedì 02 febbraio 2006

Bonus bebè: prime indicazioni sui requisiti e le modalità di riscossione.

Bonus bebè: prime indicazioni sui
requisiti e le modalità di riscossione.

Ministero Welfare Informativa 12
gennaio 2006

Anche per i bambini nati nel 2005
è stato riproposto il cosìddetto bonus bebè già
introdotto nel 2004 dal Ministro Maroni.

Quest’anno, pur rimanendo
inalterata la sostanza del provvedimento, cambiano le modalità della
riscossione del bonus.

Infatti, con la legge Finanziaria
del 2006, è istituito un Fondo di 1.140 milioni di euro
presso il Ministero dell’Economia e delle finanze (numero verde 800 863 223)
per la realizzazione di interventi volti al sostegno delle famiglie e della
solidarietà per lo sviluppo socio-economico (c.c. 330).

In particolare viene
disposta l’erogazione di un bonus di 1000 € a chi esercita la potestà sui figli
secondo i seguenti criteri:

- per ogni figlio nato o adottato
nell’anno 2005 (c. c. 331).

- per ogni
figlio nato secondo o ulteriore per ordine di nascita, o adottato nell’anno
2006 (c.c. 332).

Per quanto riguarda i requisiti
richiesti, ha diritto alla riscossione dell’assegno la persona che:

- esercita la potestà sui figli
(cc. 331 e 332), in deroga ad ogni disposizione vigente in
materia di minori.

- è cittadino italiano o
comunitario.

- è residente in Italia.

- appartiene a
un nucleo familiare con un reddito complessivo non superiore a 50.000 € (per i
nati nel 2005 il reddito di riferimento è quello del 2004; per i nati nel 2006
è quello del 2005).

Per nucleo familiare s’intende
quello di cui all’articolo 1 del decreto del Ministro
della sanità 22 gennaio 1993, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 21 del 27
gennaio 1993. ("Art.1 : […] concorrono i redditi
complessivi, riferiti all’anno precedente, posseduti dai singoli componenti il
nucleo familiare; del nucleo fanno parte, ) oltre ai familiari a carico di cui
all’art. 12 del decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1986, n.
917 (T.U.I.R.) e successive modificazioni e integrazioni, in ogni caso il
coniuge purché non legalmente ed effettivamente separato.

Il requisito del reddito deve
essere autocertificato da chi esercita la potestà sui figli.

Modalità di informazione
e riscossione

Per l’ anno
2005 il Ministero dell’Economia e Finanze farà pervenire agli interessati
comunicazione con l’indicazione dell’Ufficio postale di zona presso il quale è
possibile riscuotere l’assegno.

Per l’ anno
2006 la comunicazione perviene entro la fine del mese successivo a quello di
nascita o di adozione, previa verifica dell’ordine di nascita.

La comunicazione reca in calce
prestampata la formula ai fini dell’autocertificazione riguardo alla condizione
del reddito. Essa va compilata e sottoscritta all’atto della riscossione
dell’assegno.

Per l’attuazione delle
disposizioni relative all’erogazione del "bonus",
il Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento dell’amministrazione
generale, del personale e dei servizi del tesoro – si avvale della Società
SOGEI Spa.

legge n.
266 del 23 dicembre 2005 – CC 330, 331, 332, 333, 334

INFORMATIVA "bonus bebè"

Il 26 gennaio 2006 è iniziato
l’invio delle lettere ai nati nell’anno 2005.

Cos’è il bonus bebè

E’ un assegno di
1.000,00 euro previsto dalla legge finanziaria 2006 (Legge n. 266/2005,
articolo 1, commi 331, 332, 333).

A chi spetta

A ogni
figlio nato o adottato nel 2005.

A ogni
secondo o successivo figlio nato nel 2006.

A ogni
figlio adottato nel 2006.

Dove viene
inviata la comunicazione

All’indirizzo di residenza del
figlio, così come risulta al Sistema informativo
della fiscalità (Anagrafe Tributaria).

Come viene
inviata la comunicazione

Per posta prioritaria.

Quando viene
inviata la comunicazione

Ai nati nel 2005 a partire dalla
fine di gennaio.

Ai nati nel 2006 (secondi o
successivi figli) la comunicazione verrà inviata
successivamente, non appena concluse le necessarie operazioni di controllo con
le anagrafi comunali.

Cosa contiene
la comunicazione

La lettera che riporta
l’indicazione dell’ufficio postale presso cui è
possibile riscuotere la somma e del periodo (dal giorno x al giorno y) utile
per la riscossione.

Il modello di autocertificazione
da presentare, debitamente compilato, all’atto della riscossione all’ufficio
postale.

Fac-simile lettera

Fac-simile retro lettera

Dove
riscuotere l’assegno

All’ufficio postale indicato
nella lettera.

Quando
riscuotere l’assegno

Entro il periodo indicato nella
lettera.

Per i nati nel 2005, oggetto del
primo invio della comunicazione, il periodo di riscossione è dal 15 febbraio al
29 aprile.

Trascorso il periodo utile per la
riscossione, l’interessato dovrà recarsi presso la Direzione provinciale del
Ministero dell’economia e delle finanze competente per territorio (l’elenco
delle Direzioni provinciali è disponibile sul sito internet del Ministero
dell’economia e delle finanze all’indirizzo www.gov.it/dag),
ovvero interpellare il Call Center (numero verde 800.863.223).

Chi può
riscuotere l’assegno

Chi esercita la
potestà genitoriale sul figlio (generalmente un genitore).

Per poter riscuotere il bonus
occorre:

essere
cittadino italiano o della Comunità europea;

essere
residente in Italia;

appartenere
ad un nucleo familiare con un reddito complessivo non superiore a 50.000,00
euro.

Il nucleo familiare e il reddito
complessivo si riferiscono all’anno d’imposta 2004,
per i figli nati o adottati nel 2005, all’anno d’imposta 2005 per i figli nati
o adottati nel 2006.

Per nucleo familiare si intende quello costituito dai familiari fiscalmente a
carico nonché dal coniuge, anche se non a carico.

Quali documenti deve presentare il soggetto che esercita la potestà
genitoriale

il
modello di autocertificazione, debitamente compilato e sottoscritto;

un
proprio valido documento d’identità;

la
propria Tessera sanitaria o il tesserino di codice fiscale;

la
Tessera sanitaria o il tesserino di codice fiscale del figlio.

In alternativa,
per i documenti di cui al punto 3. e 4., si può
presentare il sostitutivo cartaceo del codice fiscale rilasciato dagli uffici
dell’Agenzia delle entrate.

Com’è fatta l’autocertificazione

Il modulo è costituito da tre
sezioni, che riportano rispettivamente:

i dati
identificativi di chi riscuote;

i dati
identificativi del figlio;

i codici
fiscali degli altri componenti il nucleo familiare (il codice fiscale di chi
riscuote e quello del figlio non vanno riportati in questa sezione).

Il modulo riporta già prestampati
i dati identificativi del figlio titolare dell’assegno.

Il soggetto che riscuote deve
compilare la prima sezione del modulo, contenente i propri dati identificativi,
e l’ultima sezione, contenente i codici fiscali dei componenti
il proprio nucleo familiare.

Qualora
il modulo sia stato compilato in maniera erronea, ovvero risulti danneggiato,
può essere utilizzato un modulo in bianco. Il modulo in bianco è scaricabile in
formato PDF (*). Il modulo va compilato in tutte le sezioni e deve riportare,
in testa, il numero della comunicazione ed il numero di
frazionario contenuti nella lettera ricevuta.

(*) Il
modulo è valido solo per i figli nati o adottati nel 2005. Successivamente
verrà reso disponibile il modulo per i figli nati o adottati nel 2006.

Per ulteriori
informazioni contattare il Call Center (numero
verde 800.863.223).