Penale

giovedì 17 marzo 2005

Affidamento dei tossicodipendenti agli arresti domiciliari: individuate le comunità terapeutiche idonnee all’ ospitalità MINISTERO DELLA GIUSTIZIA – DECRETO 27 gennaio 2005 -

Affidamento dei tossicodipendenti agli arresti domiciliari: individuate le comunità terapeutiche idonnee allospitalità

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA  – DECRETO 27 gennaio 2005  -

Individuazione delle comunita’ terapeutiche o di riabilitazione ai fini dell’affidamento degli imputati tossicodipendenti in regime di arresti domiciliari. (GU n. 61 del 15-3-2005)

IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA

  Visti  l’art.  25 della legge 28 luglio 1984, n. 398 e l’art. 9 del

decreto   ministeriale   30 settembre   1989,   n.  334,  recante  il

regolamento  per  l’esecuzione  del  codice  di procedura penale, che

demandano   al   Ministro   della  giustizia  l’individuazione  delle

comunita’  terapeutiche  o  di  riabilitazione  per  l’affidamento di

imputati  tossicodipendenti sottoposti alla misura dell’arresto nella

propria abitazione o in altro luogo di privata dimora;

  Visto  l’art.  116  del  decreto  del  Presidente della Repubblica,

9 ottobre  1990,  n.  390,  portante  il  testo  unico delle leggi in

materia  di  disciplina  degli  stupefacenti  e  sostanze psicotrope,

prevenzione,   cura   e   riabilitazione   dei   relativi   stati  di

tossicodipendenza,  che  prevede l’istituzione degli albi regionali e

provinciali  degli  enti  ausiliari  che  gestiscono strutture per la

riabilitazione  e  il  reinserimento  sociale dei tossicodipendenti e

stabilisce  la necessita’ dell’iscrizione all’albo medesimo affinche’

le sedi delle comunita’ possano essere utilizzate per il collocamento

di imputati agli arresti domiciliari;

  Visto  il proprio decreto 7 giugno 2000 che, ai sensi dell’art. 96,

comma  6, del decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990,

n. 309, individua le comunita’ terapeutiche;

  Visto  il  parere  espresso dalla competente commissione, in ordine

agli   elementi   tecnico-organizzativi  delle  strutture  che  hanno

richiesto  l’iscrizione  nell’albo  indicato, relativo in particolare

alla  condizione  giuridica  e la tipologia organizzativa di ciascuna

comunita’;  all’epoca  di costituzione ed alla continuita’ del lavoro

svolto  nel settore del recupero dei tossicodipendenti; all’esistenza

di  eventuali  precedenti convenzioni con enti od organismi pubblici;

all’eventuale  esperienza  acquisita  nel  campo  dell’affidamento di

imputati   agli  arresti  domiciliari;  alla  valutazione  comunicata

dell’ente regione;

                              Decreta:

                               Art. 1.

  Ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 25 della legge 28 luglio

1984,  n.  384,  le  comunita’  terapeutiche  o di riabilitazione, ad

integrazione  di  quelle  previste  nel  decreto  25 novembre 1999 di

individuazione  delle  comunita’ terapeutiche, ai sensi dell’art. 96,

comma  6, del decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990,

n. 309, sono individuate come segue:

    1)  Comunita’  Terapeutica  Alfaomega,  via San Colombano, 28/A -

26813 Graffignana (Lodi), per quindici posti per uomini;

    2)  Comunita’  Terapeutica  Casa  dei  Giovani, sede legale Villa

Palagonia, corso Umberto, 65 – Bagheria (Palermo);

    3)  Centro  d’ascolto  Madonna  del  Rosario, via Nazionale, 81 -

Villacidro (Cagliari);

    4)  Centro  Trentino  di  Solidarieta’ Onlus, via Bronzetti, 19 -

38100 Trento;

    5) Emmaus 3 – in azienda Maramonte nuovo, via Provinciale Martano

km 5 – Otranto (Lecce), per otto posti;

    6)  Il  Timoniere  – Casa S. Giustina sita, piazza B. Rossi, 13 -

Ferrara;

    7) Cooperativa Sociale «Exodus» a.r.l., via Nazionale, 7 – Mollo,

Sonico (Brescia);

    8)  Associazione  La  Tenda  di Cristo, via Oseline, 2 – 26037 S.

Giovanni in Croce (Cremona);

    9)  Cooperativa di solidarieta’ c.r.l.s. Lautari O.n.l.u.s., sede

legale  via  Monte  Ingrana, 2 – Pozzolengo (Brescia); sede operativa

ubicata  in  localita’  «La  Caccia», 1  -  Pozzolengo (Brescia); per

venticinque posti;

    10)  Associazione Famiglie per l’aiuto ai tossicodipendenti – San

Filippo  Neri,  viale della Repubblica – Putignano (Bari); per cinque

posti;

    11) Associazione Solidarieta’, sede legale via Tacito, 5 – Formia

(Latina);  sede operativa «Domus S. Trinitatis et Captivorum» via Ara

Coeli, 38/40 – Spigno Saturnia (Latina);

    12)  Associazione  Nazionale  «Valle della Speranza», sede legale

via Pietro Mengoli, 14 – Roma; per nove posti per uomini;

    13)  Centro di Solidarieta’ Val Vibrata, sede legale via Mazzini,

11  -  Alba Adriatica (Teramo); sede operativa Torano Nuovo, contrada

Da Frole, 16 – Teramo; per quindici posti.

      Roma, 27 gennaio 2005

                                                Il Ministro: Castelli

Allegato

Appendice  al  decreto di individuazione delle comunita’ terapeutiche

ai  fini  dell’affidamento degli imputati tossicodipendenti in regime

di  arresti  domiciliari,  emesso ai sensi del decreto del Presidente

della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309.

    Suddivisione  per  regioni  e  province  autonome di appartenenza

delle  comunita’  terapeutiche  individuate,  con  elenco analitico e

dislocate   sul  territorio  della  Repubblica  delle  relative  sedi

operative.

    1. Centro d’ascolto Madonna del Rosario:

      a) «Il   Salvatore»   -   localita’   Is  Guardias,  Villacidro

(Cagliari); per otto posti;

      b) «IS Benas» – Morgongiori (Cagliari); per trenta posti;

      c) «San Michele» – localita’ Pimpisu Serramanna (Cagliari); per

venti posti;

       d) «S.  Michele 2» – localita’ Borgo S. Michele; Sanluri-Stato,

Sanluri(Cagliari); per dodici posti;

    2.  Comunita’  Terapeutica  Casa dei Giovani, con sedi distaccate

di:

      a) Masseria Rondinelle – Matera;

      b) Contrada Incorvina – Bagheria (Palermo);

      c) via Mattarella – Bagheria (Palermo);

      d) via Maqueda, 2 – Palermo;

      e) Contrada  Deccaco  -  Baglio  La  Loggetta, Mazara del Vallo

(Trapani);

    3. La Tenda di Cristo, con sedi distaccate di:

      a) via  Oseline, 2 – S. Giovanni in Croce (Cremona); per sedici

posti;

      b) via Favorita, 11 – Piadina (Cremona); per dieci posti.