Lavoro e Previdenza

lunedì 03 novembre 2008

ACCORDO ALITALIA SUI CRITERI DI ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO – 31.10.2008

ACCORDO ALITALIA SUI CRITERI DI
ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO – 31.10.2008

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI
MINISTRI

PREMESSA

In data 31 ottobre 2008, presso la Presidenza del
Consiglio dei Ministri, sono presenti per il Governo il Sottosegretario alla
Presidenza, Dott. Gianni Letta, il Ministro del lavoro, della salute e delle
politiche sociali, Sen. Maurizio Sacconi, il Ministro delle infrastrutture e
dei trasporti, On. Altero Matteoli ed il Ministro dello Sviluppo Economico, On.
Claudio Scajola; per la
Compagnia Aerea Italiana (CAI) , il
Presidente, Ing. Roberto Colaninno, l’Amministratore Delegato, Ing. Rocco
Sabelli; il Commissario straordinario di Alitalia – Linee aeree italiane Spa in
a.s. – Prof. Augusto Fantozzi; i rappresentanti delle organizzazioni sindacali
Claudio Claudiani per la CISL,
Giuseppe Caronia per la UIL,
Franco Nasso per la CGIL,
Roberto Panella per la UGL
nonché Fabio Berti per ANPAC, Massimo Notaro per UP, Massimo Muccioli per
ANPAV, Antonio Di Vietri per AVIA e Fabrizio Tomaselli per SDL.

Nel corso dell’incontro, ribadita
la necessità di concludere il negoziato per il contratto di lavoro e per i
criteri di selezione entro il termine di scadenza, le parti sottoscrivono
l’allegato contratto e i criteri di selezione e concordano che le eventuali
controversie sull’interpretazione, non risolte in sede aziendale sugli accordi
già intervenuti, verranno sottoposte al giudizio
insindacabile del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, garante
dell’intesa.

(firme)

ACCORDO SUI CRITERI DI ASSUNZIONE
A TEMPO

INDETERMINATO

La società CAI e le
Organizzazioni Sindacali e le Associazioni Professionali FILT-CGIL, FIT-CISL,
UILTRASPORTI, UGL-TRASPORTI, SDL, ANPAC, UP, ANPAV, AVIA, in attuazione
dell’Accordo Quadro del 14 settembre 2008 sottoscritto d’intesa con il Governo,
e nell’ambito dei presupposti richiesti dalla Società per poter procedere a
formalizzare un’offerta d’acquisto vincolante nei confronti di Alitalia in
Amministrazione Straordinaria,

Premesso che l’Accordo di Palazzo
Chigi prevede che:

- CAI, ai fini della realizzazione
del proprio piano industriale, assumerà tra il personale attualmente alle
dipendenze di Alitalia in Amm. Straord. e AirOne,
12.500 risorse umane (1.550 piloti; 3.300 a.v.; 7650 operai, impiegati, quadri e
dirigenti);

- CAI procederà a selezionare le
risorse umane in coerenza con le esigenze del nuovo progetto industriale e dei
nuovi assetti organizzativi nonché con i criteri definiti da un’intesa tra le
parti;

- CAI potrà non procedere alla
assunzione di coloro che matureranno i requisiti di accesso alle prestazioni
previdenziali nell’arco di tempo – sommato al periodo di preavviso – di
fruizione degli strumenti di integrazione del reddito che potranno essere
attivati prima e dopo la risoluzione del rapporto di lavoro nelle rispettive
aziende di provenienza;

- i criteri di selezione per
Piloti ed Assistenti di Volo tengano in debito conto, anche e tra l’altro,
dell’anzianità aziendale maturata nelle aziende di provenienza (AZ, XM, VE e
AP);

- le 1.550 unità di personale
navigante tecnico che CAI procederà ad assumere saranno individuate con
riferimento ad un criterio di Full Time Equivalent. CAI di conseguenza
procederà all’assunzione, entro l’inizio dell’attività di esercenza degli
aeromobili, del personale navigante tecnico a tempo indeterminato con la
formula del Part-Time nella misura del 9%, per un totale di 1.689 risorse
umane.

- Le parti si danno reciproco
atto che i criteri di cui al presente Accordo dovranno presiedere e guidare la
selezione delle risorse umane da assumersi a tempo indeterminato da parte di
CAI in quanto ritenute necessarie alle esigenze del proprio piano industriale.
Pertanto i criteri di cui al presente Accordo non potranno applicarsi al
personale assunto con contratto a tempo determinato né concretano quanto
previsto dall’art. 5, legge 223/91, non essendo
criteri di scelta ai fini di una riduzione di personale o di un licenziamento
collettivo.

- Le Parti riconoscono che i
criteri di selezione sotto indicati dovranno valere ed essere applicati da
parte di CAI anche nel caso di successive assunzioni di personale proveniente
dalla CIGS o dalla mobilità.

- Le Parti convengono, inoltre,
che a tutto il personale proveniente dal bacino CIGS/mobilità CAI non
richiederà alcun periodo di prova.

CIÒ
PREMESSO, SI CONVIENE QUANTO SEGUE:

Esclusione dal processo di
selezione:

- maturazione requisiti
pensionistici nel periodo CIGS/Mobilità: CAI potrà non assumere personale che
nel periodo di fruizione degli ammortizzatori sociali maturi il diritto, sulla
base del sistema previdenziale vigente, ad un trattamento previdenziale.

A. Esigenze organizzative in
coerenza con il nuovo piano industriale:

- Area organizzativa di
appartenenza: il fabbisogno occupazionale di CAI, così come stabilito
dall’Accordo Quadro del 14 settembre 2008 con riferimento alle famiglie
professionali Personale di terra, PNC, PNT, verrà
suddiviso per aree organizzative (aeromobili per il PNT e PNC:
dipartimento/settore per la
Terra), come da tabella allegata.

- Profilo professionale: a tal
fine, in attuazione del piano industriale, verranno
considerati i profili professionali che le risorse dovranno possedere
(Categoria, Qualifica) in base ai parametri organizzativi sopra individuati.

- Località: il piano industriale
di CAI è caratterizzato da una struttura multibase su cui insisterà il nuovo
network inetgrato. Il fabbisogno occupazionale di CAI presso ciascuna sede/base
d’impiego sarà allocato secondo la tabella allegata.

B. Criteri di selezione
professionali in coerenza con i nuovi assetti organizzativi

- Possesso di
abilitazioni/certificazioni: verrà data priorità al
possesso di specifici brevetti, abilitazioni, approvazioni, certificazioni,
titoli di studio, attestati di specializzazione, richiesti per l’immediato
utilizzo del personale nelle relative posizioni professionali, in ossequio al
principio di coerenza con i nuovi assetti organizzativi di CAI previsto
dall’Accordo Quadro citato. In particolare:

– Per
Piloti e Comandanti: abilitazione alla condotta degli aeromobili operativi.

– Per
il PNC: abilitazioni/certificazioni per gli aeromobili operativi.

– Per
il Personale di Terra:

- Area Manutenzioni, possesso delle
certificazioni relative agli aeromobili operativi e delle abilitazioni
/approvazioni/attestati di specializzazione necessarie
allo svolgimento delle attività manutentive di LineaHangar, Officine;

- Altre aree: possesso di
abilitazioni specifiche, ove richiesto per lo svolgimento di specifiche
mansioni/funzioni/attività.

- Localizzazione: in attuazione
di oggettivi criteri di efficienza non solo logistica verrà
data priorità nei processi di selezione al domicilio/dimora/residenza del
personale rispetto alla sede/base di destinazione, volendo con ciò minimizzare
i disagi dei neoassunti rispetto alla nuova sede di lavoro. Laddove il
fabbisogno di ciascuna sede/base non fosse soddisfatto
dal criterio del domicilio/dimora/residenza abituali si farà ricorso al
criterio della anzianità, così come definita al punto che segue.

- Anzianità aziendale: come
previsto nei chiarimenti a verbale per Piloti e Assistenti di Volo, verrà data adeguata rilevanza all’anzianità aziendale in
essere, anche convenzionalmente riconosciuta, nelle aziende di provenienza (AZ,
XM, VE e AP). Tale criterio verrà esteso anche al
Personale di terra potendo avere anche in tale famiglia professionale utilità
applicativa.

- Carichi familiari: in ossequio
ad esigenze di carattere sociale, verrà tenuto conto
infine della composizione del nucleo famigliare del candidato, dando precedenza
al genitore di minore con handicap grave accertato ai sensi dell’art. 4. 1° comma della legge 104/1992, a nuclei monoreddito e/o a
presenza di minori in famiglia, ivi comprese se debitamente certificate
situazioni di affido e/o adozioni.

- Limitazioni
all’impiego: in caso di limitazioni all’impiego richiesto dalla Società, CAI si
riserva di non procedere all’assunzione, ad eccezione delle seguenti ipotesi:


Lavoratrici in astensione obbligatoria;


Lavoratore o lavoratrice temporaneamente inidonei al servizio per una durata
non superiore a 365 giorni, decorrenti dalla data della proposta di assunzione.

C. Priorità applicativa

Nell’applicazione dei criteri di
selezione sopra indicati i criteri sub A, attuativi del piano industriale e del
relativo dimensionamento, sono necessariamente sovraordinati ai criteri sub B.
I criteri di selezione professionali sub B verranno
applicati nell’ordine di elencazione.

D. Contratti a termine

Le parti concordano che nella
fase di avvio della nuova realtà aziendale e per il periodo transitorio a
questa connesso CAI potrà procedere con assunzioni a tempo determinato nelle
seguenti ipotesi:

- esigenze produttive correlate
ai tempi di riqualificazione del personale collocato in CIGS/mobilità;

- esigenze
produttive correlate alle fattispecie in deroga alle limitazioni d’impiego di
cui sopra (lavoratrici in astensione obbligatoria; lavoratori temporaneamente
inidonei al servizio);

- esigenze produttive correlate
alla fase di avvio dell’attività.

Resta inteso che tali rapporti a
termine non verranno computati, e quindi verranno
esclusi, sia ai fini delle percentuali di contingentamento stabilite dalla
contrattazione collettiva applicabile sia, laddove previsto e possibile, ai
fini delle percentuali stabilite da norme di legge.

E. Esame congiunto

Tenuto conto dei tempi di
attuazione del piano, in accoglimento della richiesta delle OO.SS/AA.PP CAI si
rende disponibile, entro il 30 giugno 2009, ad un incontro congiunto al fine di
illustrare il processo di selezione effettuato fino a tale data.

Roma, 30 ottobre 2008

CAI – Compagnia Aerea Italiana

FILT-CGIL (firma)

FIT-CISL (firma)

UILTRASPORTI (firma)

UGL-TRASPORTI (firma)